Inaugurato il Museo Archeologico di Palazzo Farnese. “Segno di rinascita”

16 Maggio 2021

Il sogno, lungo 270 anni, si è finalmente realizzato. Con l’inaugurazione del Museo Archeologico di Palazzo Farnese, andata in scena nel pomeriggio di domenica 16 maggio alla presenza del sindaco Patrizia Barbieri, del presidente della regione Stefano Bonaccini, del senatore Enrico Aimi e del soprintendente per l’Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza Corrado Azzolini, Piacenza arricchisce di non poco la sua offerta culturale.

Da lunedì infatti i visitatori potranno apprezzare, per la prima volta in modo organizzato, circa 1.400 reperti provenienti dagli scavi archeologici dell’area piacentina, attraverso i quali ripercorrere un viaggio nella storia che ha caratterizzato la vicenda di Placentia romana dalla sua fondazione nel 218 a.C. sino all’insediamento dei Longobardi nel VI secolo d.C.

Una raccolta unica di reperti: dal Fegato etrusco di Piacenza ai mosaici pavimentali, dalla imponente statua panneggiata firmata dall’ateniese Kleoménes ai monumenti funebri, fino agli oggetti di uso quotidiano. Durante la cerimonia, avvenuta nel cortile di Palazzo Farnese, il sindaco Barbieri ha ricordato come questo sia “un giorno di festa per Piacenza e dimostri quanto sia forte la voglia di rinascere dopo un periodo difficilissimo”. Il presidente Bonaccini ha sottolineato come il museo rappresenti “un’ottima occasione per attrarre un turismo culturale che può significare ricadute economiche positive sulla città”.

IL SERVIZIO DI MARCELLO TASSI

© Copyright 2021 Editoriale Libertà