Al via “L’ora di cinema”: proiezioni e dibattiti con i registi in streaming

24 Maggio 2021

Prende il via oggi, fino a venerdì 28 maggio,  “L’ora di cinema”, la prima edizione del Festival di Cinema per la Scuola, con un ricco programma online di appuntamenti rivolto ad oltre 4mila studenti delle scuole superiori di tutt’Italia, che potranno assistere in streaming alla proiezione dei film, e fino a 10mila studenti (e non solo) che avranno l’occasione di partecipare agli incontri con i registi ed agli eventi in programma.

Tutti gli appuntamenti sono gratuiti e visibili in streaming dal sito www.fondazionefarecinema.it.

Il Festival – il cui sottotitolo è Padri nostri – è organizzato da Fondazione Fare Cinema, presieduta da Marco Bellocchio e diretta da Paola Pedrazzini nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MiC e MIUR, in collaborazione con Liceo Classico Melchiorre Gioia di Piacenza.

Il programma – ha spiegato Paola Pedrazzini – è costruito intorno al tema della “figura del padre”, a partire da cinque film tutti del 2020: Padrenostro di Claudio Noce, Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti, Sorelle Macaluso di Emma Dante, Miss Marx di Susanna Nicchiarelli e Favolacce di Damiano e Fabio D’Innocenzo – a cui si affianca il capolavoro del 1965 di Marco Bellocchio, I pugni in tasca.

Per ognuna delle proiezioni è previsto l’incontro con i registi, intervistati dai critici cinematografici Gianni Canova, Stefano Francia di Celle, Enrico Magrelli, Alberto Pezzotta e Anton Giulio Mancino.

“Sono cinque film potenti, di forte identità, distanti tra loro per cifra stilistica, diversi per approccio visivo e contenuto narrativo – spiega Paola Pedrazzini – uniti a mio parere però da fili invisibili molti dei quali avvolti intorno alla figura del padre (e alla sua assenza) e ai rapporti familiari”.

Alle proiezioni si aggiungono gli interventi inediti creati appositamente per il Festival a cura del matematico Piergiorgio Odifreddi (sui padri fondatori della matematica su cui sono stati realizzati dei film) e di due artisti teatrali che, nel corso delle loro rispettive carriere, hanno indagato il tema della paternità: Mario Perrotta – impegnato nella costruzione di una trilogia teatrale sulla famiglia con la consulenza drammaturgica di Massimo Recalcati – e Gioele Dix, che, nei suoi spettacoli e nei suoi libri, ha sempre avuto un particolare interesse per la figura del padre.

 

IL PROGRAMMA DI OGGI

LA LOCANDINA DI L’ORA DI CINEMA

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà