L’Iliade, l’inferno dantesco e Leopardi: al Gioia è la “Notte del liceo classico”

29 Maggio 2021

“I classici vanno ascoltati”. E così, nel cortile del liceo Gioia di Piacenza, sono risuonate l’Iliade e le vicende di Polidoro, figlio di Priamo ed Ecuba, l’amore di Ettore e Andromaca ma poi anche gli “spirti maligni” dell’Inferno dantesco e persino Leopardi.

I classici e tutto quel che viene dopo sono stati i protagonisti della settima Notte nazionale del liceo classico organizzata al Gioia. Preceduti dagli interventi istituzionali del dirigente scolastico Mario Magnelli e dell’assessore Jonathan Papamarenghi e dalla premiazione del contest di scrittura creativa “Parlami d’amore” che ha visto partecipare ben 150 studenti, i classici sono stati raccontati dagli studenti attraverso una carrellata di video proiettati nel cortile.

“Alcuni classici sono importantissimi perché ci aiutano a vivere meglio il presente, ma anche a immaginare meglio il futuro – esordisce Magnelli – certo vanno ascoltati: personalmente sono orgoglioso che i ragazzi siano riusciti a realizzare un programma così ricco in questa modalità particolare della Notte del liceo classico”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà