Sforza candidato, la Lega avverte i suoi: “Incompatibile l’iscrizione ai Liberali”

27 Aprile 2022

“Data la notizia ormai pubblica della candidatura a sindaco di Sforza Fogliani e dei Liberali contro la Lega, l’associazione in oggetto è dichiarata incompatibile con il nostro partito. Ciò presuppone che i nostri esponenti iscritti ai Liberali dovranno riconsegnare la tessera e, ovviamente, mai più rinnovarla”. Così, dopo l’annuncio della discesa in campo del presidente esecutivo della Banca di Piacenza come portabandiera dei moderati, il consigliere regionale della Lega Matteo Rancan ha inviato oggi un messaggio perentorio ai “suoi”. Una comunicazione interna riferita in particolare  al consigliere comunale Marco Montanari e all’ex assessore Massimo Polledri, entrambi iscritti al gruppo dei Liberali.

“Prendo atto della posizione di Rancan, ma non commento”, replica Polledri. Montanari, invece, si dice “grato e fiero di appartenere alla famiglia della Lega e di condividere il suo progetto per la città di Piacenza. Non ho alcun dubbio – aggiunge – a rinnovare la mia fiducia a Barbieri e a proseguire nella Lega. È l’associazione dei Liberali ad aver abbandonato il percorso comune del centrodestra iniziato cinque anni fa”.

Intanto il centrodestra piacentino pare spiazzato dalla candidatura a sindaco di Corrado Sforza Fogliani con il terzo polo. Così Tommaso Foti, deputato di Fratelli d’Italia: “Ovvio che mi dispiace. Tuttavia è una scelta rispettabile, ogni forza politica fa le proprie valutazioni al proprio interno. Posso solo dire che spero si tratti di una momentanea separazione, ma non di un divorzio”.
Anche il coordinatore provinciale di Forza Italia, Gabriele Girometta, auspica una ricomposizione del centrodestra all’eventuale ballottaggio del 26 giugno: “Avrei preferito che lo schieramento restasse unito, magari si potrà ricomporre al secondo turno. Lo spero”.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà