Manifestazioni antoniniane: musica, teatro, mostre e l’incontro con padre Maccalli

16 Giugno 2022

“Un’occasione per alimentare la speranza in tempi non facili; un’occasione per ricordare la figura del nostro patrono e i valori che ha saputo incarnare: dalla fedeltà al coraggio; un’occasione infine per fare festa con tutta la nostra cittadinanza”. Sono le parole di don Giuseppe Basini, parroco della basilica patronale e tra i protagonisti dell’organizzazione degli eventi che da venerdì 24 giugno a lunedì 4 luglio prenderanno vita per celebrare la figura di Sant’Antonino, patrono di Piacenza.

Il vasto programma delle manifestazioni antoniniane di quest’anno fa rima con cultura, promozione artistica e ripartenza dopo due anni segnati dalla pandemia da Covid.
Nel salone Pierluigi di Palazzo Farnese sono state illustrate le decine di eventi che svariano dallo spettacolo teatrale scritto e diretto da Ilaria Drago in occasione dei 900 anni della costruzione della cattedrale di Piacenza, ai vari concerti organizzati nei luoghi simbolo della città e passando per le mostre fotografiche e artistiche.

Tra i tanti eventi, domenica 3 luglio nella sala dei Teatini si terrà un incontro con padre Pierluigi Maccalli, missionario che per due anni è stato prigioniero nel deserto del Niger e che porterà la sua testimonianza: “Ha scritto un diario molto bello – afferma don Basini -. Sarà un momento che servirà per aiutarci a trovare quelle motivazioni utili per una rinascita di cui sentiamo tutti di avere bisogno”.

Riprenderanno anche iniziative che hanno fatto la storia delle manifestazioni dedicate a Sant’Antonino come la banda musicale tra le vie del centro. Inoltre, ha ricordato l’assessore alla cultura Jonathan Papamarenghi “in occasione della manifestazioni antoniniane sarà possibile visitare i musei civici di Piacenza gratuitamente”.
Come da tradizione, le iniziative dedicate al patrono culmineranno con la celebrazione eucaristica del Vescovo Adriano Cevolotto e con la consegna dell’Antonino d’oro.

IL PROGRAMMA – “L’edizione 2022 delle Manifestazioni Antoniniane coniugherà, ancora una volta, eventi artistici, musicali e teatrali di altissima qualità e spessore, capaci di avvicinarci alla dimensione più profonda e spirituale della festività patronale attraverso la bellezza e la poesia, valorizzando gli spazi iconici e più suggestivi della città: da piazza Sant’Antonino, con la basilica che è fulcro della festività del 4 luglio, a piazza Cavalli come palcoscenico naturale della tradizione canora dialettale, sino a Palazzo Farnese dove si esibirà, il 1° luglio, un’orchestra speciale qual è Musicalia e dove, per celebrare la ricorrenza del Santo Patrono, da lunedì 27 giugno a lunedì 4 luglio l’ingresso ai Musei Civici sarà gratuito”. Così l’assessore Jonathan Papamarenghi, accanto a don Giuseppe Basini, introduce il tradizionale appuntamento con la rassegna culturale che accompagna il periodo in cui si svolge la Fiera di Sant’Antonino, proponendo una serie di iniziative presentate stamani nella cornice del salone Pierluigi.

Si parte venerdì 24 e sabato 25 giugno con “Anime semplici”, spettacolo teatrale scritto e diretto da Ilaria Drago in occasione dei 900 anni della Cattedrale di Piacenza, che andrà in scena proprio nella cornice del Duomo alle 21.30, in entrambe le serate. Lunedì 27, alle 21, in piazza Sant’Antonino la compagnia teatrale “Egidio Carella” allestirà la commedia in vernacolo “L’ostessa”, per la regia di Delio Marenghi, in collaborazione con la Famiglia Piasinteina.

Sarà la musica per voce e organo, nelle tre sere successive, ad animare la basilica di Sant’Antonino, sempre con inizio alle 21: martedì 28 il concerto del Coro Farnesiano diretto dal Maestro Mario Pigazzini, mercoledì 29 l’esibizione dell’organista Simone Vebber e giovedì 30, con la direzione di Patrizia Bernelich, protagonisti il Coro Consonanze e il Coro Ponchielli Vertova, 2022 Piacenza Ensemble, in “Sacre Vestigia. Le vesti di Sant’Antonino: Umiltà e Carità”. Un evento, quest’ultimo, strettamente correlato alla valenza sociale e solidaristica, grazie al legame con l’associazione La Ricerca.

Si terrà nella cornice di Palazzo Farnese, nel cortile in questi mesi teatro della stagione culturale estiva, il concerto dell’orchestra Musicalia diretta da Franco Marzaroli e Alessandra Capelli, il 1° luglio sempre con inizio alle 21, quando i riflettori si accenderanno sulla musica come linguaggio universale che parla attraverso le emozioni, capace di superare le fragilità e le barriere.

Domenica 3 luglio, alle 20.45, il direttore del Nuovo Giornale don Davide Maloberti modererà l’incontro con Padre Luigi Maccalli: “Anche in catene ero missionario”. Ad accompagnare la serata, il Coro Multietnico Internazionale di Crema. Immancabile, nella serata di lunedì 4, le canzoni della tradizione piacentina a scaldare gli animi con Marilena Massarini e le note della manifestazione “Piacenza nel cuore”, dalle 21 in piazza Cavalli.

Dal 26 giugno al 5 luglio, nel chiostro della basilica di Sant’Antonino sarà possibile visitare, dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19, la mostra “Briciole di Purgatorio: Dante nella quotidianità di oggi” a cura di Pino Balordi, mentre domenica 3 e lunedì 4 luglio sarà esposta nell’atrio della Porta del Paradiso, nel giardino Gregorio X e nella sede scout della chiesa patronale la mostra fotografica dedicata al gruppo scout Piacenza 1, “50 anni e oltre”.

Il 3 (dalle 16 alle 21) e il 4 luglio (dalle 10 alle 22) sarà possibile, grazie alle visite guidate a cura dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi e Cooltour, in collaborazione con il Touring Club Italiano, andare alla scoperta della storia e delle suggestioni dell’oratorio di Santa Maria in Cortina, mentre nella festività di Sant’Antonino, alle 16, 17, 18 e 21 si potrà visitare nei chiostri della basilica la mostra “Guerre e pace nella Piacenza medievale”, a cura di Giacomo Nicelli, Anna Riva e Patrizia Vezzosi.

Sempre il 4 luglio, mentre sul Pubblico Passeggio si snoderà la fiera di Sant’Antonino tra le 7 e le 24, non potrà mancare una tappa nelle adiacenze della basilica per l’iniziativa “Il profumo della solidarietà”, con la lavanda benedetta il mattino stesso.

© Copyright 2022 Editoriale Libertà