Giunta Tarasconi, si punta chiudere giovedì: Bongiorni, Brianzi e Fiazza in pole

12 Luglio 2022

Obiettivo: definire la giunta entro giovedì. Poi la scelta del presidente del consiglio comunale, una partita su cui il Pd dirà l’ultima parola: il principale partito della coalizione ha avuto l’ok a condurre la manovra politica dai referenti di “Piacenza coraggiosa” e della lista civica.

E’ quanto emerso ieri sera in una riunione del centrosinistra, organizzata nel point elettorale a San Lazzaro, insieme ai consiglieri neoeletti e al sindaco Katia Tarasconi. Quasi la totalità delle forze politiche ha accettato di sostenere la figura che sarà espressa dal Pd per guidare l’aula di palazzo Mercanti nei prossimi cinque anni. Più fredda, però, la posizione di “Piacenza oltre”, che avrebbe rivendicato un percorso di consultazione più ampio. Fino a qualche giorno fa il nome di Paola Gazzolo era quello in vantaggio per l’incarico di presidente del consiglio comunale, ma adesso la leader della minoranza interna al Pd sembra più vicina a un ruolo in giunta (delega all’ambiente?). Come piano B alla presidenza, si fa avanti l’ipotesi di Stefano Perrucci.

TOTO-ASSESSORI – Il sindaco potrebbe presentare la giunta nella giornata di giovedì, così da sbloccare anche le altre partite inevitabilmente legate alla scelta degli assessori, in vista del primo consiglio comunale di lunedì: presidenza del consiglio e capigruppo, appunto. I nomi sicuri – o quasi – nella squadra di governo sono Christian Fiazza (Pd), Francesco Brianzi (lista civica) e – ecco la novità – Matteo Bongiorni di “Piacenza coraggiosa”, che risulterebbe in vantaggio rispetto all’ipotesi iniziale di Serena Groppelli. Per ora sono queste le certezze nel toto-assessori.

I posti in giunta – lo ricordiamo – sono nove, più quello del sindaco. La parità di genere prevede che nessuno dei due sessi sia rappresentato in misura inferiore al 40 per cento.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà