Capogruppo Pd: Perrucci o Ferri? Avanti il toto-assessori, pressing su Gazzolo in giunta

07 Luglio 2022

In attesa di uno sviluppo sul fronte del toto-assessori per la nuova giunta Tarasconi, c’è un altro nodo interno al centrosinistra. Quello del prossimo capogruppo del Pd in consiglio comunale (l’insediamento è previsto alla metà di luglio). In queste ore, infatti, due nomi vengono presi in considerazione per guidare il principale partito della coalizione nei prossimi cinque anni a palazzo Mercanti: Sergio Ferri e Stefano Perrucci. Il primo, fotografo professionista in lista con il Pd, viene proposto dal segretario provinciale Carlo Berra. Il secondo, già consigliere comunale, è appoggiato da altri neoeletti per la sua esperienza nell’aula del municipio. Due ipotesi emerse dopo che Paola De Micheli avrebbe declinato a causa del suo impegno parallelo in Parlamento. Il Pd, comunque, deve ancora trovare una quadra.

Su questo punto, ma non solo, i referenti dem si sono confrontati ieri sera nel corso di un incontro a porte chiuse. Presente anche il sindaco Katia Tarasconi, in video-collegamento in seguito alla positività da Covid. Proprio il primo cittadino avrebbe fatto un appello alla coesione, ricordando che i primi cento giorni saranno fondamentali per un buon avvio del percorso amministrativo.

E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO? – Il Pd vorrebbe dettare la linea anche sulla presidenza del consiglio comunale. Se in un primo momento Paola Gazzolo – leader della minoranza interna al partito – sembrava la figura più vicina all’incarico, adesso per lei si prospetta l’eventualità di un ingresso in giunta. Il pressing, quantomeno, non manca.

TOTO-ASSESSORI – Il contagio da Covid di Tarasconi, nel frattempo, ha rallentato le trattative politiche sulla formazione della giunta comunale. Anche se, va detto, il neosindaco viene descritto come autonomo e abbottonato nella riflessione sulla squadra di governo. Nel toto-assessori, in quota Pd, compare stabilmente Christian Fiazza, insieme a Marco Bergonzi (nome di fiducia di De Micheli che però incontrerebbe resistenze), Tiziana Albasi, Renza Malchiodi, Giorgia Buscarini e Martina Platé. Nella lista civica, in pole position per un assessorato rimane Francesco Brianzi, altre ipotesi portano a Alberto Malvicini, Claudia Gnocchi, Mario Dadati, ma anche al consigliere comunale uscente Roberto Colla. Per la lista “Piacenza Coraggiosa” il nome accreditato per un seggio in giunta è sempre quello di Serena Groppelli, mentre “Piacenza Oltre” punterebbe a Caterina Pagani o Samuele Raggi.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2023 Editoriale Libertà