Giunta Tarasconi, i nomi del toto-assessori. Primo consiglio: ipotesi 18 luglio

02 Luglio 2022

Nel centrosinistra prosegue il confronto sulla nuova giunta comunale. Anche se un passo avanti significativo nell’assetto politico della maggioranza, probabilmente, lo avrebbe dato l’incontro di stasera tra il neosindaco Katia Tarasconi e i consiglieri eletti – annullato a causa del contagio da Covid del primo cittadino – il toto assessori assume contorni più realistici.

Due nomi risulterebbero in cima alla lista: Francesco Brianzi, 26 anni, musicista e docente, preso in considerazione per la delega alla cultura, e il consigliere uscente Christian Fiazza, già presidente del consiglio comunale e capogruppo del Pd, che si sarebbe messo a disposizione per occuparsi di manutenzione o urbanistica, compatibilmente con la propria professione di avvocato. Su un punto, infatti, Tarasconi è già stata chiara: vuole assessori a tempo pieno.

Lo “scacchiere” della giunta potrebbe essere suddiviso così: tre poltrone al Pd, tre alla lista civica, una a “Piacenza oltre”, una a “Piacenza coraggiosa” e un’altra a libera scelta del sindaco. Le ipotesi del toto-assessori toccano anche Martina Platè, esponente del Pd e responsabile tecnico in una cooperativa sociale, la segretaria cittadina dem Renza Malchiodi, la fotografa professionista e capolista di “Piacenza Coraggiosa” Serena Groppelli, Samuele Raggi o Caterina Pagani in quota “Piacenza Oltre”, la sindacalista Claudia Gnocchi e l’ex direttore di Unione Commercianti Alberto Malvicini per la civica di Tarasconi, ma anche l’ex parlamentare del Pd Marco Bergonzi.

Il neosindaco si è impegnato ad annunciare la giunta entro il primo consiglio comunale: l’esordio del “parlamentino” cittadino potrebbe essere previsto lunedì 18 luglio.

GAZZOLO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO? – Un’altra partita riguarda la presidenza del consiglio comunale, incarico che passerà al vaglio dell’aula. In questo caso la maggioranza potrebbe optare per l’ex assessore regionale del Pd Paola Gazzolo, eletta a consigliere con 414 preferenze. Sullo sfondo, comunque, rimane l’indiscrezione (fantapolitica, per qualcuno) di un accordo che vedrebbe il leader dei Liberali Corrado Sforza Fogliani indicato a questo ruolo.

LE TAPPE NEL PD – Il Partito Democratico, che ha raccolto il 14,8% dei voti alle elezioni di Piacenza, radunerà stamattina l’assemblea cittadina e lunedì pomeriggio i delegati provinciali. Inevitabile il confronto, tra i dirigenti dem, riguardo gli incarichi nell’amministrazione Tarasconi. Anche se, va detto, il segretario provinciale Carlo Berra ha esortato il neosindaco ad “assumersi in toto le sue responsabilità” e a “decidere in autonomia, senza guardare al combinato disposto tra quanto preso alle urne dalle liste e i due seggi a quel partito, i tre a quell’altro”, come dichiarato in un’intervista al quotidiano Libertà nei giorni scorsi.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà