Il neosindaco Tarasconi entra in municipio. “Prima pratica? Le graduatorie dei nidi”

29 Giugno 2022

Da sinistra: il direttore generale del Comune Roberto Carbonara, il neosindaco Katia Tarasconi e il primo cittadino uscente Patrizia Barbieri

“La prima pratica sulla scrivania? Quella che riguarda le graduatorie degli asili nido”. Parte da qui l’impegno istituzionale del neosindaco di Piacenza Katia Tarasconi. Oggi, nella sala del consiglio comunale in municipio, si è svolto il passaggio di consegne con il primo cittadino uscente Patrizia Barbieri. “Mi sto già interessando a questo tema”, spiega Tarasconi, riferendosi alle proteste dei genitori per le iscrizioni respinte nelle strutture per l’infanzia. “I piacentini – aggiunge – devono aspettarsi cinque anni basati su lavoro di squadra, presenza costante e cura della città”.

A proposito delle nomine degli assessori, il neosindaco fa sapere che “si procede, ci sono persone che tengo in considerazione per competenza e capacità di rapportarsi con la gente. Ho qualche idea, ma prima devo confrontarmi e dialogare con gli interlocutori. Resta però saldo – puntualizza Tarasconi – il principio per cui la giunta sarà composta da figure che ritengo in grado di svolgere il mandato”. Più politici o tecnici nella squadra di governo? “Valuterò, non lo so”.

Barbieri garantisce di lasciare al neosindaco “una buona eredità amministrativa in termini di progetti, investimenti e bilancio. Ma serve un lavoro importante e imponente, anche a fronte delle prossime scadenze tra i dirigenti. Il Comune di Piacenza è una realtà complessa, le difficoltà quotidiane sono pesanti”. A chi attribuisce le responsabilità della sconfitta elettorale del centrodestra proprio al primo cittadino uscente, alludendo alla necessità che si dimetta dal seggio della minoranza, Barbieri replica che resterà in consiglio comunale: “Rimango qui, qualcun altro guardi alle proprie colpe. Anzi, a Piacenza il centrodestra è riuscito a reggere il contraccolpo rispetto ad altre città. Adesso il mio compito è di esprimere un’opposizione costruttiva e di dedicarmi ancora alla comunità”.

Il primo consiglio comunale sarà convocato entro la metà di luglio. A presiederlo sarà Massimo Trespidi in qualità di consigliere anziano, cioè l’esponente con il maggiore numero di preferenze all’interno della lista più votata, che in questo caso è la civica di Barbieri.

IL SERVIZIO DI THOMAS TRENCHI:

© Copyright 2022 Editoriale Libertà