A 90′ dal sogno: a Sasso Marconi il Fiorenzuola si gioca la promozione in C

19 Giugno 2021

In 90 minuti il Fiorenzuola di mister Luca Tabbiani si gioca la promozione in Serie C. Lo fa da capolista del girone D di Serie D, a quota 72 punti, a +2 sulla diretta inseguitrice, l’Aglianese, e lo fa oggi (sabato 19 giugno alle 16.00) affrontando la trasferta bolognese di Sasso Marconi.

Corsi e ricorsi storici per questo finale thrilling di stagione: basti pensare che nella stagione 1995/1996 la corsa alla promozione in Serie B della squadra rossonera dell’allora presidente Villa ebbe come avversario la Pistoiese nella sfida playoff persa ai calci di rigore allo Stadio Dall’Ara di Bologna.

Stadio nella stessa provincia (Sasso Marconi Bologna), avversaria diretta della stessa provincia (Pistoiese/Aglianese), ma una grande voglia di scrivere un finale profondamente diverso rispetto all’amarezza di ormai 25 anni fa, giocandosi questa volta l’approdo in Serie C.

Il Fiorenzuola arriva a questa sfida avendo messo la freccia proprio nell’infrasettimanale di mercoledì, con l’ondata di entusiasmo che ha travolto tutta la cittadina valdardese. In vista della gara contro il Sasso Marconi, sarà uno stadio Carbonchi a chiare tinte rossonere con un grande numero di tifosi che hanno già prenotato il proprio biglietto in base alla capacità disponibile dell’impianto bolognese a causa delle restrizioni anti-Covid.

Il Fiorenzuola del presidente Pinalli arriva alla gara forte di 8 risultati utili consecutivi (6 vittorie e 2 pareggi), con un attacco monstre da 74 reti in campionato (con la classifica marcatori rossonera guidata dal capocannoniere del campionato Bruschi a quota 28 centri, a cui seguono Arrondini a 11, Michelotto e Stronati a 7 ed Oneto e Perseu a 6).

I gialloblu bolognesi del Sasso Marconi, guidati da mister Della Rocca, si trovano al terzultimo posto in classifica ma hanno festeggiato nell’infrasettimanale di mercoledì la salvezza aritmetica sul campo di San Mauro Pascoli, vincendo per 1-2 grazie alla rete di Rrapaj all’80’ che ha messo in risalto con un risultato importante la crescita compiuta nel girone di ritorno dai bolognesi.

90 minuti che valgono quindi una stagione per tutta la truppa rossonera, che potrebbe coronare un sogno iniziato il 10 agosto scorso nel ritiro. Si stanno mobilitando alcune attività di Fiorenzuola per poter consentire anche a chi rimarrà in Val d’Arda di vedere la gara attraverso la diretta streaming prevista dalla società rossonera da Sasso Marconi sul proprio canale Youtube.

Mister Luca Tabbiani ha inquadrato così il momento del Fiorenzuola: ”Mentre finiva la partita con il Mezzolara avevamo tutti la pelle d’oca; domani sarà l’occasione di vedere tanti fiorenzuolani a Sasso Marconi con la grande volontà di festeggiare tutti insieme al ritorno. Dobbiamo capire che può essere una stagione epica, è dal 2001/2002 che il Fiorenzuola non è nei professionisti, e il prossimo anno sarà quello del Centenario rossonero, per cui coronarlo nel professionismo sarebbe incredibile. Il nostro percorso dimostra che in questo sport quando si riesce ad organizzare si riesce a fare bene; è stato un percorso, una creatura salita prima da Alessio Dionisi, poi Lucio Brando, e per finire con me, ma come con Simone Di Battista prima e Marco Bernardi poi come direttori sportivi. Ovviamente il tutto parte dalla società, che insieme a queste figure ha costruito qualcosa di epico senza andare a fare cose folli. E’ una soddisfazione ed un orgoglio, dobbiamo andarci a prendere una pagina storica a Sasso Marconi ma dobbiamo rimanere sul pezzo e non dobbiamo assolutamente permettere a qualcuno di venire a togliercela”.

Anche il team manager Luca Baldrighi ha parlato prima della gara contro il Sasso Marconi: ”E’ bellissimo vedere come i biglietti che il Sasso Marconi ha messo a disposizione stiano andando letteralmente a ruba. Spero che la tanta gente che ci sarà possa vivere un giorno da ricordare; credo che la nostra squadra lo meriti, e credo che lo meriti anche la società che in questi anni ha dimostrato di lavorare bene. Quest’anno stiamo facendo una stagione pazzesca, trascinati da un gruppo di ragazzi non solo qualitativamente forti ma anche con un cuore immenso. Sono sicuro che saremo con la testa sul pezzo come lo siamo stati per tutta la stagione”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà