Fiorenzuola, la ricetta per battere Trento: “Entusiasmo e giocare a viso aperto”

09 Ottobre 2021

Il successo in rimonta contro il Lecco di una settimana fa deve essere lo spartiacque di questa prima parte di stagione del Fiorenzuola. E’ questo l’auspicio in casa rossonera, con i ragazzi di mister Luca Tabbiani che domani alle 14.30 sfideranno in trasferta il Trento, altra neopromossa nel girone A di Serie C. Squadra coriacea e molto solida quella allenata da mister Parlato, reduce tuttavia da due pareggi e una sconfitta consecutivi.

Il tecnico valdardese presenta così la sfida. “Abbiamo mantenuto l’ossatura della scorsa stagione, loro hanno inserito uomini di categoria. Non è proprio una sfida tra squadre dalle stesse caratteristiche, non è un confronto tra neopromosse. Il Trento gioca tra l’altro con pochi giovani privilegiando l’esperienza. A parte il risultato negativo di domenica sta facendo bene ed esprime un buon calcio. E’ difficile da affrontare e mette in difficoltà molte squadre. Ci troveremo di fronte una formazione che vuole reagire alla recente sconfitta. Noi dobbiamo puntare sull’entusiasmo della vittoria col Lecco e giocare a viso aperto. Sono molto contento di lavorare con lo zoccolo duro dell’anno scorso che ci ha dato grandi soddisfazioni. Sono ragazzi che vogliono mettersi in mostra nella nuova categoria ed hanno tutte le qualità per farcela”.

Per quanto riguarda la formazione in casa Fiorenzuola risulta assente Stronati. Fiorini e Molinaro hanno fatto progressi e potrebbero essere convocati. Dopo i vari Nelli, Mamona e Ferri in settimana è stato Bruschi ad entrare nella top 11 del girone, ma il bomber potrebbe non confermare il suo stato di grazia e partire dalla panchina perché ha un guaio alla caviglia. Tabbiani segnala acciacchi anche per Mamona, Currarino e Ferri ma dovrebbero essere di minore entità. Formazione quindi in alto mare da decidere nelle ultime ore.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà