A Borgonovo

Il comune vieta il gioco con la palla, scoppia la polemica

14 ottobre 2017

20171013-224233.jpg“Divieto assoluto di giochi con la palla”. I quattro cartelli comunali, posti ai lati di un’area verde a Borgonovo, hanno scatenato la protesta dei residenti. A guidare il malcontento di alcune famiglie della zona, che vogliono il ripristino dell’uso ludico dell’area, il consigliere comunale Guido Guasconi: “Mi sembra che il buonsenso stia abbandonando i nostri amministratori. Un’area così bella, che sembra fatta apposta per il gioco dei bambini, lontana da ogni pericolo, sembra una benedizione. Non penso che poche urla di qualche bambino disturbi così tanto i residenti”. Ma chi si sente disturbato dal gioco di un bimbo se non un egoista?” conclude Guasconi.

Il primo cittadino di Borgonovo Valtidone, Pietro Mazzocchi, spiega la scelta di vietare il gioco con la palla nell’area verde presso la strada provinciale per Ziano: “Le proteste di alcuni residenti, disturbati dagli schiamazzi e dalle pallonate dei bambini, stanno andando avanti da anni. Ultimamente i vigili erano intervenuti per sedare litigi tra i residenti”.

Sabato 21 ottobre alle 15.30 il consigliere Guasconi, organizzerà un atto di disobbedienza civile: assieme a una ventina di bambini, giocherá a palla proprio all’ombra dei quattro cartelli posti dal Comune.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Economia e Politica Provincia Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE