Piacenza

Misericordie, in Regione coordina Piacenza. Al vertice Rino Buratti

20 ottobre 2012

Rino Buratti coordinerà le Misericordie di tutta l’Emilia. Un riconoscimento nei confronti del lavoro svolto dai volontari piacentini della locale Misericordia. «La mia nomina a questo incarico – spiega Buratti – è un segno di riconoscenza e di stima verso la Misericordia di Piacenza da parte delle altre Misericordie emiliane anche se noi siamo giovani».

Sessantaquattro anni, pensionato, ex carrozziere a Montale, Buratti è governatore della Misericordia di Piacenza dal 2007. La sua nomina a coordinatore regionale si colloca nell’ambito di un progetto di rinnovamento delle Misericordie voluto dalle Misericordie d’Italia e dalla Chiesa Cattolica che nell’associazione ha un ruolo fondamentale; il rinnovamento porterà ad una grande autonomia delle singole regioni dove le Misericordie avranno un proprio consiglio confederale. In tutta la regione Emilia Romagna sono in questo momento attive 17 Confraternite della Misericordia. Buratti avrà il compito di coordinare le Misericordie emiliane ovvero, oltre a quella di Piacenza, Bologna, Modena, Ferrara e anche Ravenna.

La Misericordia di Piacenza, dal Natale del 2011, ha sede nel Centro Polifunzionale della Besurica, accanto alla chiesa di San Vittore. Attualmente sono una settantina i confratelli di cui attivi una quarantina. Tutti volontari. Con due ambulanze, due pullmini, un’automedica e un ambulatorio di medicina generale per prelievi e iniezioni (non ancora in funzione), sono stati inseriti tra le 69 opere di carità della diocesi di Piacenza-Bobbio.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza