Provincia

Atlantis: 4 ore di sciopero davanti all’azienda, adesione oltre il 90%

6 novembre 2012

I lavoratori dell’Atlantis di Sariano di Gropparello dopo l’incontro di ieri in Provincia che non ha portato a un passo indietro dell’azienda, intenzionata a chiudere i battenti a fine anno, oggi pomeriggio hanno scioperato per quattro ore. L’adesione è stata superiore al 90%. Floriano Zorzella di Cgil: “I lavoratori sono rimasti davanti ai cancelli dell’azienda per tutto il pomeriggio, l’obiettivo è manifestare l’attaccamento al lavoro”. I presidi proseguiranno nel fine settimana.

Intervento del consigliere regionale Stefano Cavalli

In merito all’annunciata chiusura dello stabilimento Atlantis di Sariano di Gropparello, il consigliere regionale leghista Stefano Cavalli ha presentato un’interrogazione in cui chiede alla Regione di attivarsi. “Affossare posti di lavoro e cancellare interi stabilimenti produttivi non possono essere la soluzione. Chiediamo scelte lungimiranti. Volkswagen, nel 1993, a fronte di un esubero di 30mila dipendenti, superò la crisi applicando la settimana corta (cioè il 20% in meno sull’orario di lavoro e il 17% in meno sul salario) e oggi punta a produrre 10milioni di vetture all’anno (dagli 8,3 milioni attuali), in tempi in cui l’automotive è in forte sofferenza”. “Sappiamo che la crisi toglie ossigeno e che la tassazione italiana (a causa delle scellerate politiche del Governo Monti) non è certo un incentivo all’impresa, ma i lavoratori non sono semplici numeri – dice Cavalli –. Chiediamo quindi scelte ‘illuminate’ per non disperdere il patrimonio di competenze e professionalità dello stabilimento di Sariano e gli investimenti fatti. Istituzioni e politica piacentina stanno facendo tutto il possibile, ma indignano l’irremovibilità dei vertici aziendali e le modalità di comunicazione della drastica scelta dei tagli. Se è vero che l’impresa ha valore sociale, ogni scelta intrapresa non può prescinderne. Confidiamo nel fatto che una soluzione sia ancora possibile e che la dirigenza voglia mostrare margine di trattativa”.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Economia e Politica Provincia Val D'Arda