BASSO LODIGIANO

Madre coraggio fa sgominare una banda di spacciatori

15 dicembre 2012

A far scattare le indagini è stata la richiesta d’aiuto di una madre disperata, che nella primavera del 2012 si era rivolta alle forze dell’ordine per tentare di risolvere il problema di dipendenza dalla droga del figlio, un 24enne residente in Valtrebbia.

L’attività illecita è stata appurata dai militari; il giro partiva da Bobbio e si estendeva fino alla città, arrivando a trattare circa 700 grammi di stupefacente al mese. A rifornire il 24enne, trovato dai carabinieri in possesso di 12 grammi di hashish, era una coppia di fidanzati di Codogno e un diciottenne di origine sudamericana residente a Castel San Giovanni. Le indagini hanno portato ad identificare tutti i coinvolti nell’imponente giro di spaccio; la casa della coppia lodigiana, è stata perquisita; la ventiseienne è stata arrestata in flagranza di reato mentre il compagno è stato denunciato a piede libero.

Per il 24 enne della Valtrebbia è stata disposta la custodia cautelare con obbligo di firma, così come per un suo coetaneo, sempre residente nella zona di Bobbio e per il giovanissimo pusher di Castel San Giovanni. La compagnia dei carabinieri di Bobbio ha inoltre segnalato una ventina di persone come assuntori di stupefacenti.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: BASSO LODIGIANO Cronaca Piacenza Provincia Val Trebbia Video Gallery