Montale: pronto il nuovo progetto viabilistico. A breve l’assemblea

31 Gennaio 2013

Basta fermarsi pochi minuti a Montale per capire che il traffico è drasticamente diminuito: un vantaggio per l’ambiente ma non di certo per i commercianti. La tangenzialina aperta nel luglio 2011 ha deviato il flusso dei veicoli dalla frazione alle porte di Piacenza e contestualmente è stata chiusa la via Emilia. Il nuovo assetto viabilistico ha provocato una netta riduzione degli affari dei commercianti. “Siamo stati costretti a licenziare alcuni dipendenti, da un anno e mezzo ad oggi il lavoro è calato vertiginosamente – ci hanno riferito alcuni negozianti – prima il parcheggio era pieno, ora date un’occhiata e vi renderete conto della situazione”.

Due le raccolte di firme lanciate nella frazione, una dei residenti soddisfatti della rivoluzione viabilistica, l’altra dei commercianti che chiedevano di rivedere il progetto in modo da non penalizzare le loro attività. Il dialogo tra il comitato di commercianti e l’amministrazione comunale è ripreso per trovare una soluzione al problema. L’assessore ai lavori pubblici Francesco Cacciatore ha sottoposto il nuovo progetto al comitato e nei prossimi giorni verrà convocata un’assemblea per illustrarlo direttamente ai cittadini e conoscere il loro parere nell’ottica di un percorso partecipato.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà