Piacenza

Boom di allergie: casi in aumento nel Piacentino, i più colpiti sono i bambini

18 aprile 2013

Eleonora Savi, allergologa

C’è chi non vedeva l’ora di assistere allo sbocciare della primavera, ma per molti piacentini l’appuntamento con la bella stagione significa naso chiuso, lacrimazione agli occhi e asma. Parliamo dei tanti cittadini che soffrono di allergie, un fenomeno sempre più diffuso anche nella nostra provincia, in linea con la situazione nazionale; il ministero della Salute ha previsto che entro il 2020 metà della popolazione italiana sarà affetta da una forma allergica.

Siamo andati a trovare la dottoressa Eleonora Savi del reparto di allergologia dell’ospedale di Piacenza, dove ogni giovedì pomeriggio, il personale sanitario è impegnato nella somministrazione dei vaccini: “Quest’anno la fioritura dei pollini delle graminacee è in ritardo di due settimane ma visto il clima degli ultimi giorni compariranno presto; in questo momento abbiamo in cura circa 350 pazienti sottoposti a immunoterapia durante tutto l’anno, in modo da prevenire l’acuirsi dei casi più gravi”.

La dottoressa Savi ha confermato che la situazione è allarmante, negli ultimi tempi si sono manifestate allergie anche a nuove piante, come l’ambrosia, e tra i pazienti il numero di bambini è sempre più elevato: “Fino a vent’anni fa i sintomi delle allergie non comparivano sotto i 3 anni di età ora invece li riscontriamo anche in soggetti di soli due anni”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE