Bilancio Ausl per la prima volta non “rosso”. Tempi di attesa lunghi

08 Maggio 2013

Il bilancio consuntivo dell’azienda sanitaria si presenta per la prima volta senza “rosso” e nonostante i sacrifici imposti dalla crisi economica ottiene anche il primo posto in regione per la spesa procapite per ogni cittadino: quella piacentina è infatti la più bassa in regione, con una differenza di 79 euro rispetto alla media emiliano romagnola. “Per la prima volta chiudiamo in pareggio il bilancio consuntivo con un avanzo di amministrazione di 30mila euro – ha annunciato il direttore dell’azienda Usl di Piacenza, Andrea Bianchi, questa mattina alla conferenza sociosanitaria riunita in Provincia -. Un risultato importante, raggiunto nonostante i crescenti tagli ai finanziamenti: la crisi economica sarà ancora pesante”.

Ma i tempi di attesa sono ancora lunghi per le visite:  la percentuale di pazienti che riceve la prestazione entro i limiti previsti (30 giorni per visite e 60 per la diagnostica) presenta ancora alcune zone “critiche” nel settore delle visite, mentre risulta migliorata la diagnostica strumentale: le visite endocrinologiche, neurologiche, cardiologiche, ginecologiche, dermatologiche, di gastroenterologia, chirurgia vascolare e diabetologia presentano ancora tempi di attesa migliorabili. Per quanto riguarda l’area oncologica Piacenza presenta risultati migliori rispetto alla media regionale in quasi tutti i casi: entro 30 giorni, infatti, trovano risposta il 99,1 per cento dei pazienti per la chemioterapia (rispetto al 96,5 dell’Emilia-Romagna) o il 66,7 per cento dei pazienti per la neoplasia alla prostata rispetto al 31 per cento della media regionale.

Risultato economico: Sono calati di 3,8 milioni di euro i ricavi per effetto della Spending Review, così come i ricavi da entrate di ticket sono calati di un milione di euro. Questo dato è stato in parte compensato dai 2,5 milioni di euro di costi in meno per impatto del decreto 118. “L’azienda – ha detto Bianchi – ha introdotto in corso d’anno ulteriori azioni di governo dei costi senza riduzioni dei servizi per 2,3 milioni di euro”. Il bilancio consuntivo sarà discusso dall’assemblea dei sindaci il prossimo 14 maggio, il bilancio di previsione sarà approvato a giugno.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà