Datamars, equivoco sulle convocazioni al tavolo provinciale

14 Giugno 2013

“Perché non c’erano i sindaci al tavolo convocato in Provincia sulla Datamars? L’indifferenza dimostrata oggi dai primi cittadini di Pianello, Borgonovo e Castelsangiovanni è un atteggiamento incomprensibile che ci indigna e che condanniamo”. A Floriano Zorzella, segretario generale della Filctem Cgil di Piacenza ma anche ai 40 lavoratori interessati dell’azienda Svizzera Datamars con sede a Pianello, non sono andate giù le sedie vuote dei sindaci di Pianello, Borgonovo e Castelsangiovanni all’incontro – chiesto dal sindacato – che si è tenuto oggi in Provincia alla presenza dell’assessore al Lavoro Andrea Paparo, di Giuseppe Cella per Confindustria Piacenza e rappresentanti dell’azienda Datamars partiti in mattinata dalla Svizzera appositamente. Dopo il comunicato al vetriolo del sindacato si è capito che si trattava di un equivoco dato che i sindaci di Castelsangiovanni e Borgonovo non avevano ricevuto l’invito mentre il sindaco di Pianello aveva comunicato la propria assenza a causa dell’influenza. La Cgil aveva chiesto l’invito dei sindaci ma la Provincia tramite l’assessore Paparo ha ritenuto più opportuno in questo incontro interlocutorio, convocare solo il primo cittadino di Pianello, comune che ospita l’azienda in questione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà