Piacenza

Terapia intensiva aperta e confortevole, sabato raccolta fondi a Croara

15 ottobre 2013

Quello di Terapia intensiva è senza dubbio uno dei reparti più delicati dell’ospedale, dove spesso in passato non è stato semplice il rapporto tra i familiari dei pazienti ricoverati e il personale medico-sanitario. Una barriera che l’Asl di Piacenza vuole eliminare, intervenendo su due fronti: innanzitutto aprendo maggiormente le porte alle persone che vogliono stare vicino al proprio caro, cercando di stabilire un rapporto trasparente e di fiducia con dottori e infermieri. Inoltre sarà migliorato anche l’aspetto del reparto: “Tinteggeremo i muri con colori vivaci – ha spiegato Massimo Nolli (direttore dipartimento Terapie intensive, Anestesiologia e Terapia del dolore), affiancato dal direttore generale dell’Asl di Piacenza Andrea Bianchi e da Flora Fregata, coordinatrice assistenziale Terapia intensiva ospedale Piacenza – appenderemo quadri alle pareti e televisori che possano anche fornire informazioni utili, realizzeremo un impianto di filodiffusione e un ambiente in cui i familiari possano sistemarsi: crediamo che questo nuovo approccio possa dare benefici ai malati, sollievo ai parenti e aiutare anche gli operatori a lavorare meglio”.

Per finanziare gli interventi è stata organizzata per sabato prossimo una giornata dal Croara Country Club: “Dalla mattina si terrà una gara di golf con oltre 100 partecipanti – ha detto il direttore, Franco Sfregola – e alla sera una cena per 180 persone: tutto a scopo benefico per aiutare questa nobile causa”. Una ventina gli sponsor che hanno dato il loro sostegno alla manifestazione.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE