Abusi sessuali sulla figlia adottiva, la Corte d’Appello conferma la condanna

19 dicembre 2013

20131218-205525.jpg

La Corte d’Appello di Bologna ha confermato la condanna a cinque anni di reclusione per l’uomo di origini indiane accusato di abusi sessuali nei confronti della figlia adottiva di 10 anni. All’imputato, che oggi ha 56 anni, era stata inflitta nel 2006 la stessa pena dal giudice per l’udienza preliminare Pio Massa. Era presente anche la ragazza che avrebbe subito gli abusi e che attualmente si trova ospite in una comunità con sede in un’altra provincia.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE