Tentato furto al Mattei, studenti arrestati nella notte a Fiorenzuola

17 Gennaio 2014

20140117-184545.jpg

Sono stati arrestati sul tetto dell’istituto Mattei di Fiorenzuola. È successo nella notte: tre giovani, due dei quali allievi dell’istituto superiore, sono finiti in manette. All’arrivo dei militari i tre ragazzi avevano già sfondato una porta antipanico, forzato la porta della dirigenza amministrativa che custodisce la cassaforte e stavano per aprire la presidenza. Sentendosi scoperti, sono però riusciti a nascondersi. Per raggiungerli sul tetto insieme ai militari sono intervenuti i vigili del fuoco. Ad aiutarli anche due complici, che facevano da palo. Anche in questo caso si tratta di studenti, non però iscritti al Mattei.

I ragazzi erano attrezzati, avevano con loro un piede di porco, cacciaviti e passamontagna. Non si esclude possano aver messo a segno altri colpi.
I tre arrestati sono tutti residenti a Pontenure: un albanese di 20 anni che frequenta il Mattei e due italiani, un ex studente di 18 anni ora operaio e un altro 18enne iscritto all’Istituto. Devono rispondere di tentato furto aggravato e porto di oggetti da scasso. Domani verranno processati per direttissima. Si sono detti pentiti per l’accaduto.
I complici, sempre di Pontenure, sono un 20enne del Burkina Faso, ex studente del Mattei e un 18enne italiano, quest’ultimo studente di un istituto cittadino. Per loro è scattata la denuncia con le stesse accuse.

È al vaglio la posizione di un sesto ragazzo, che pare fosse all’oscuro della vicenda, ma nella fasi concitate è stato contattato per andare a prendere i responsabili. Rischia l’accusa di favoreggiamento. I carabinieri sono stati allertati dall’allarme silenzioso dell’istituto.

20140117-184617.jpg20140117-184545.jpg20140117_114331 (3)20140117_114319 (2)

 

 

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà