Il Comune cerca giornalista “formatore” per i colleghi. Fnsi: “E’ offensivo”

30 Gennaio 2014

comune

Fa ampiamente discutere il bando indetto dal comune di Piacenza per individuare un giornalista che dovrà diventare formatore dei colleghi che si occupano di cronaca nera e giudiziaria con l’obiettivo di scrivere “notizie corrette sulla sicurezza” nell’ambito del progetto “Io non ho paura”. Il giornalista per un incarico di 7 mesi percepirà 7.500 euro.

Sul caso è intervenuto il sindacato dei giornalisti. “La Federazione nazionale della stampa (Fnsi) e l’Associazione stampa dell’Emilia-Romagna (Aser) esprimono sconcerto di fronte a un’iniziativa che pare concepita per “addomesticare” o “imbavagliare” l’informazione su temi tanto importanti in ambito locale quali la cronaca nera e la sicurezza. Ricordando che la formazione e la deontologia sono tematiche precipue dell’Ordine dei giornalisti e non delle istituzioni o della politica, il Sindacato dei giornalisti giudica profondamente offensivo un bando che presuppone l’incapacità dei colleghi piacentini di informare la cittadinanza con la correttezza e l’onestà richieste dalla nostra deontologia professionale. La Fnsi e l’Aser invitano pertanto l’Amministrazione comunale di Piacenza a rimodulare gli obiettivi del progetto, concentrandolo sull’analisi della realtà piuttosto che sulla sua rappresentazione”.

Ecco il bando del Comune

Comunicato Fnsi e Aser

© Copyright 2021 Editoriale Libertà