Emergenza povertà, la Fondazione: “Serve un tavolo di coordinamento”

20 Febbraio 2014

scaravaggi

Gli ultimi dati Caritas parlano di 15mila poveri assoluti tra Piacenza e provincia e quasi 15mila in condizioni di povertà relativa rispetto al reddito medio della collettività. La popolazione complessiva è di 282mila abitanti.

Oltre ai canali tradizionali dell’aiuto, come Caritas e altre associazioni benefiche, sono numerose le richieste che approdano sul tavolo della fondazione di Piacenza e Vigevano che, nello statuto, prevede come mission l’intervento nei settori: volontariato, beneficenza e assistenza ad anziani. L’ultima richiesta è arrivata dalla Croce rossa le cui scorte viveri stanno per finire. La Fondazione aveva già deliberato l’erogazione di 15mila euro per fronteggiare l’emergenza.

“Sono tante le richieste che ci arrivano – ha commentato il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Francesco Scaravaggi -; purtroppo non abbiamo la bacchetta magica, vorremo fare di più per le situazioni di difficoltà perché penso che i piacentini ci abbiano affidato i soldi con questo obiettivo. Lo scorso anno, quando mi sono insediato, non pensavo che la situazione fosse così drammatica. Siamo disponibili per organizzare un tavolo con le istituzioni e gli enti coinvolti per decidere una linea comune”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà