Fallimento Piacenza Calcio, aggiornata al 9 luglio la causa da 7 milioni contro gli ex

25 Febbraio 2014

Stadio Garilli

Si è aperta davanti al giudice del lavoro del tribunale di Piacenza Elisabetta Arrigoni la causa intentata dalla curatela fallimentare del Piacenza Calcio nei confronti di sette ex tesserati biancorossi coinvolti nello scandalo del calcio scommesse, precisamente Mario Cassano, Gervasoni, Conteh, l’ex ds De Falco, Catinali, Sbaffo e Rickler: gli avvocati Franco Spezia e Daniele Pezza chiedono 7 milioni di euro come mancati incassi televisivi, multe e danni di immagine.

L’udienza, iniziata attorno a mezzogiorno, è stata presto aggiornata al 9 luglio.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà