Firme contro il gioco patologico. Trespidi: “Raggiungiamo le seimila sottoscrizioni”

02 Marzo 2014

20140302-134039.jpg

Proseguirà fino al 25 marzo la raccolta firme per una legge di iniziativa popolare che, in 21 articoli, dia più potere ai sindaci nel contrasto dei rischi legati al gioco d’azzardo patologico. “Pensiamo anche a una grande iniziativa pubblica entro la fine mese, la gente sta rispondendo con entusiasmo ai banchetti – ha detto il presidente della Provincia, Massimo Trespidi, stamattina alla raccolta firme allestita davanti a Nostra Signora di Lourdes -. Fondamentale è stato il coinvolgimento delle parrocchie. Piacenza nelle scorse settimane ha superato le 5.000 firme contro il gioco d’azzardo, a fronte dell’obiettivo di ottocento; Bologna ha superato le duemila firme, quando lo scopo assegnato era di 1.400; anche a Ravenna, duemila firme, il doppio rispetto all’obiettivo di mille; stesso scenario anche a Forlì; a Imola, invece, sono state superate le quattrocento firme a fronte dell’obiettivo di duecento. Sono dati che vedono Piacenza in prima fila: “L’obiettivo è raccogliere seimila firme” ha concluso Trespidi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà