Violenza sessuale su una barista: condannato a due anni e mezzo

17 Marzo 2014

20140317-132836.jpg

È stato condannato a due anni e sei mesi di reclusione oltre a 15mila euro di risarcimento danni il 38enne algerino, accusato di aver assalito una barista nell’androne di casa a tarda serata, mentre la donna stava rientrando al termine del turno di lavoro.
I fatti erano avvenuti in città a ottobre 2013: secondo la testimonianza della vittima lo straniero l’aveva aggredita sull’uscio dell’abitazione, spingendola contro a un muro e palpeggiandola, ma fortunatamente era riuscita a divincolarsi dalla stretta dell’uomo e a chiedere aiuto. Il 38enne era stato bloccato la sera stessa dalla polizia. All’uomo, che ha sempre negato le accuse, sono state riconosciute le attenuanti generiche.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà