Azzardopatia, ottomila firme raccolte. Il 23 aprile serata finale della mobilitazione

04 Aprile 2014

foto 1 (10)-800

Più di ottomila firme raccolte nelle parrocchie e nelle piazze per chiedere una legge d’iniziativa popolare che tuteli le persone più fragili dai rischi dell’azzardopatia. “A Piacenza era stato assegnato a livello regionale un obiettivo di 800 firme – ha spiegato il presidente della Provincia, Massimo Trespidi -, il risultato è stato davvero importante, anche lo stesso vescovo Gianni Ambrosio ha firmato, e abbiamo assistito a una vera e propria mobilitazione da parte della società civile”.

Il 23 aprile, alle 21, in Sant’Ilario (il luogo resta da confermare), è previsto l’evento conclusivo dell’iniziativa lanciata dal Coordinamento ‘anti-slot’ per informare la cittadinanza sui crescenti casi di gioco d’azzardo patologico in città e provincia (i casi in cura al Sert aumentano ogni anno del 25 per cento, ma la stragrande maggioranza del fenomeno resta ancora oggi sommerso): saranno ospiti della serata pubblica, il direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio (o in alternativa il caporedattore Luciano Moia), e un operatore del mondo sanitario per affrontare il tema anche sul versante medico e sociale. A maggio sono previste altre iniziative.

foto 2 (7)-800

© Copyright 2022 Editoriale Libertà