Fiorenzuola, assalto in villa: scatta l’inseguimento, un arresto

21 Maggio 2014

DSC_0001-800

Non è riuscito a sfuggire all’arresto un pregiudicato albanese 23enne che nella notte ha messo a segno un furto in villa a Fiorenzuola, bloccato dai carabinieri dopo un inseguimento a tutta velocità lungo la via Emilia.

Lo straniero, con l’aiuto di due complici, è riuscito a entrare nell’abitazione della Valdarda, sfruttando la cosiddetta “tecnica del buco”, ovvero l’apertura di un foro vicino alla maniglia di una finestra. I banditi sono riusciti a rubare una borsetta, ma i proprietari hanno sentito dei rumori sospetti, avvistato i ladri in azione e preso nota del numero di targa della loro auto, rubata nel Varesotto, e prontamente comunicato al 112. Subito dopo le forze dell’ordine sono riuscite a intercettare i fuggitivi sulla via Emilia.

Lì è scattato il lungo inseguimento, mentre il veicolo dei ladri, una Audi A4, procedeva a velocità folle, mettendo a rischio la sicurezza della strada. Ad un tratto il conducente alla guida dell’auto rubata ha perso il controllo del mezzo, finendo la corsa in un canale ai lati della carreggiata, in via Zani a Fidenza. I tre malviventi sono scesi dall’auto e hanno iniziato a correre nei campi circostanti, per far perdere le proprie tracce.

Per il conducente del mezzo rubato non c’è stato scampo. I militari hanno braccato il giovane, residente nel Milanese, lo hanno tratto in arresto e accompagnato al carcere di Parma.

Sul veicolo sono stati ritrovati arnesi da scasso, monili in oro e un computer, probabili proventi di furto. La refurtiva è stata restituita ai proprietari.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà