Personale al Vittorio Emanuele, il Tar dice no alla sospensiva

29 Maggio 2014

Vittorio Emanuele

Personale all’ospizio Vittorio Emanuele, il Tar di Parma respinge il ricorso di Unicoop contro il Comune: niente sospensiva, ma resta da discutere il procedimento di merito. I giudici hanno confermato, dopo l’udienza in Camera di Consiglio tenutasi ieri, il contenuto del decreto presidenziale con cui, il 14 maggio scorso, era già stata respinta la richiesta di misure cautelari monocratiche formulata dalla stessa cooperativa. Quindi l’accreditamento provvisorio per la gestione del personale all’interno della struttura resta alla cooperativa Coopselios, in associazione temporanea con la cooperativa Aurora Domus. La cordata prenderà servizio a partire dal primo giugno.

Unicoop contestava le valutazioni effettuate dalla commissione giudicante su alcuni specifici punti, ritenendo eccessiva la discrezionalità adottata. “I principi di non discriminazione, pubblicità e trasparenza, posti in via generale a presidio delle procedure di accreditamento e invocati da Unicoop, non appaiono violati”, recita la sentenza, in cui si rileva anche l’interesse pubblico a garantire un servizio particolarmente delicato, quale la gestione della casa residenza per anziani.

Un analogo ricorso presentato da un’altra concorrente, la Proges, sarà discusso il 12 giugno.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà