Caos tasse, a Piacenza Tasi rinviata ma lunedì 16 scade l’Imu

11 Giugno 2014

foto1

“In questo ufficio fino alle 10 di ieri mattina si erano formate lunghe code, poi probabilmente si è diffusa la notizia del rinvio della scadenza della Tasi da parte del comune di Piacenza e la situazione è tornata alla normalità”. A parlare è Roberto Montanari, responsabile del Caf Uil di via Scalabrini il quale teme, come tanti addetti ai lavori, che molti cittadini rimasti disorientati dal caos degli ultimi giorni, abbiano scordato che il 16 giugno resta il giorno di scadenza per il pagamento dell’Imu. Data che non è stata spostata.

Quella di lunedì 16 giugno è una giornata densa di scadenze, oltre all’Imu infatti va consegnato il modello 730 e  l’Unico.

Da un lato i contribuenti infuriati per il pagamento delle tasse e dall’altro gli addetti ai lavori, che non solo devono assolvere i propri doveri nei confronti del fisco, ma che si trovano a dover analizzare centinaia di delibere dei Comuni tra le quali regna il caos. “La situazione è diventata insostenibile, c’è chi ha pubblicato anche decine di pagine per una detrazione da 10 euro. Così diventa insostenibile”.

“Il prossimo anno – aggiunge l’assessore al Bilancio del comune di Piacenza Luigi Gazzola – a casa dei piacentini arriveranno i bollettini con l’importo della Tasi già calcolato. E’ quanto prevede un decreto ministeriale della settimana scorsa. Questo eviterà probabilmente le code agli sportelli ma aumenterà ovviamente i costi per il comune”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà