Frana di Rondanera, terminati i lavori per lo svuotamento del lago naturale

20 Giugno 2014

Prosciugamento lago Rondanera (26)-800

Con un colpo di benna finale è stato “aperto” a Rondanera di Travo il lago naturale che si era formato a seguito della gigantesca frana di un anno fa, che devastò un’intera pineta per oltre un chilometro e mise in pericolo alcune abitazioni.

L’operazione è costata 15mila euro finanziati dalla Regione: sono stati creati diversi canali nel corpo della frana per convogliare le acque. Alla presenza dell’assessore comunale Luigi Mazzocchi e di Lanfranco Zanolini del Servizio Tecnico di Bacino, è stato rotto l’argine del grande lago che si era formato sotto la Pietra Parcellara e le sue acque sono state convogliate così lungo i canali e il Trebbia, prosciugando una potenziale minaccia per la ripresa dell’intera frana in vista delle piogge autunnali.

Date le dimensioni del lago, il lavoro di prosciugamento durerà diversi giorni.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà