Palazzo Farnese, donato un defibrillatore da Lions Club Farnese e Cardiac Science

10 Luglio 2014

Donaz.Defribill.P.zzo Farnese_07 (15)

Un defibrillatore di ultima generazione a Palazzo Farnese. Succede grazie a Lions Club Piacenza Il Farnese e a Cardiac Science, multinazionale americana, leader nella produzioni di defibrillatori, che a Piacenza ha una filiale diretta da cui gestisce il mercato sud europeo. Nelle settimane scorse, i Lions del Farnese hanno deciso di attrezzare uno dei luoghi simbolo della città con l’unico strumento che può fare la differenza tra la vita e la morte in caso di arresto cardiaco. Il defibrillatore è stato sistemato all’interno di un totem arancione, personalizzato, facilmente visibile in caso di necessità.

“Piacenza è la città più cardioprotetta d’Italia e oggi aumentiamo ancora il numero di defibrillatori – spiega l’assessore Stefano Cugini, affiancato da Antonella Gigli, direttrice dei Musei di Palazzo Farnese e da Anna Carini, responsabile eventi culturali di Palazzo Farnese -. Ci tengo a ringraziare i Lions e Cardiac Science per l’azione svolta in questo caso. Ricordando che i progetti sociali a sostegno delle istituzioni sono fondamentali per fare comunità”.

“Il nostro Lions Club offre volentieri al Comune questo defibrillatore, inserito in teca e totem”, sottolinea Ernesto Grillo, presidente del club Il Farnese quando il progetto si è concretizzato (il 13 luglio, i Lions cambiano le cariche). “Questo defibrillatore – prosegue Grillo – entrerà nella rete cittadina di Progetto Vita per cardioproteggere il territorio. Il nostro club ci teneva molto a realizzare questo service: vogliamo aiutare a far cultura contro l’arresto cardiaco improvviso, nel tentativo di salvare vite. Un grande ringraziamento spetta a Gianluca Ziliani, piacentino e amministratore delegato di Cardiac Science Sud Europa: questa azienda, leader nella produzione di defibrillatori, ha messo a disposizione al Lions Club Il Farnese buona parte della postazione”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà