Quattro pregiudicati pronti al furto, fermati grazie all’allarme dei cittadini

26 Luglio 2014

Carabinieri di Bobbio

Vedono una vettura sospetta aggirarsi in paese, chiamano i carabinieri e sventano una serie di possibili furti e addirittura di rapine. Protagonisti alcuni residenti di Gazzola.

I carabinieri di Rivergaro e del Nucleo operativo e radiomobile di Bobbio hanno denunciato quattro persone che a bordo di un’utilitaria si aggiravano con fare sospetto tra le abitazioni isolate di Gazzola nella serata di giovedì. Il lento girovagare di una Fiat Punto ha allarmato gli abitanti della zona, che hanno tempestivamente avvertito attraverso il 112. Una pattuglia della stazione di Rivergaro si è messa sulle tracce del veicolo sospetto, raggiungendolo e bloccandolo nella località Rivalta. Gli occupanti del mezzo, tre italiani ed un cittadino marocchino visibilmente preoccupati per il controllo, tutti intorno ai quarant’anni, pregiudicati per reati contro la persona e per numerosi episodi di furto e provenienti dall’area torinese, sono stati identificati e sottoposti a perquisizione. A bordo della punto i militari hanno trovato numerosi oggetti da scasso, ma anche un passamontagna, uno storditore elettrico ed una pistola ad aria compressa, identica nella foggia a quelle in dotazione alle forze di polizia.  Tutto il materiale è stato sequestrato e i quattro sono stati denunciati per concorso in porto di arnesi da scasso ed oggetti atti ad offendere. Nei loro confronti, i carabinieri hanno anche avviato la procedura per vietarne il ritorno nei comuni di Gazzola e Rivergaro.

oggetti sequestrati

© Copyright 2021 Editoriale Libertà