Val D'Arda

Morì cadendo dal secondo piano a Fiorenzuola, arrestato il convivente

19 agosto 2014

La casa della tragedia

Svolta nelle indagini per la morte di una 37enne di origine sarda, ma residente a Fiorenzuola, vittima il 14 giugno scorso di una caduta dalla finestra del secondo piano del suo appartamento di via Illica. Una tragedia che aveva destato subito molti sospetti tra gli investigatori, che nel pomeriggio di oggi hanno arrestato l’uomo che da un paio di mesi viveva con lei. Si tratta di un 35enne di origine siciliana, fermato e portato in carcere alle Novate dai carabinieri del Nucleo operativo di Fiorenzuola. La Procura di Piacenza aveva aperto un fascicolo con l’ipotesi di omicidio volontario, le indagini sono proseguite e hanno portato a questa conclusione.

Il drammatico episodio si era consumato nella tarda serata di sabato 14 giugno, quando la donna venne trovata in un lago di sangue in strada. Nonostante i tempestivi soccorsi era deceduta poco dopo all’ospedale di Fiorenzuola. Gli inquirenti avevano subito cercato di far luce sulla dinamica e avevano ascoltato il convivente della donna, alla presenza del suo avvocato. I due pare avessero avuto la sera stessa un litigio. I carabinieri avevano inoltre raccolto le testimonianze dei vicini di casa e l’appartamento era stato posto sotto sequestro.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE