Foti manda cartoline con prostitute a Dosi che risponde: “Sei banale”

6 settembre 2014

Prostituzione Foti risponde a Dosi

“La prostituzione c’è ed è un problema che va risolto al più presto”. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Tommaso Foti ha lanciato una singolare iniziativa per dire basta al dilagare del fenomeno nella nostra città. “Ho pensato di inviare delle cartoline al sindaco Paolo Dosi e alla sua giunta che ritraggono le prostitute mentre si offrono sulle nostre strade di giorno e di notte per dimostrare che al contrario di quanto dice il primo cittadino il fenomeno è presente anche a Piacenza e sta diventando una piaga sociale”.
Foti torna così ad attaccare l’amministrazione e a chiedere interventi urgenti contro la prostituzione che, come testimoniano le foto mostrate dal consigliere, è molto diffusa nella nostra città a qualsiasi ora, anche in pieno giorno.
Il sindaco Dosi aveva replicato nei giorni scorsi assicurando che erano stati incentivati i controlli da parte della polizia municipale. “La smetta di dire bugie – ha risposto Foti – e faccia subito qualcosa per risolvere la situazione”.

Sul tema si è espresso anche il consigliere di Forza Italia Andrea Pollastri: “Se come fa intendere il Sindaco di Piacenza il progetto “Oltre la strada” funziona, è certamente sotto gli occhi di tutti che la situazione “in strada” invece peggiora continuamente, con un deciso aumento del fenomeno della prostituzione anche in zone centrali e semicentrali della città. Quello che chiedo e che ribadisco, è che la Regione si faccia piuttosto carico di un’azione più incisiva nella lotta alla prostituzione, fornendo agli Enti Locali le risorse e il coordinamento necessario a questo scopo. Azioni spot anche su questo delicato tema non sono certamente risolutive”.

“L’on. Foti fa finta di non capire, esibendo una documentazione fotografica banale e superflua perché ampiamente conosciuta e documentata sia dalla Polizia Municipale che dai Servizi Sociali del Comune”. Così il sindaco di Piacenza Paolo Dosi risponde alle accuse mosse dal consigliere di Fratelli d’Italia. “Nessuno nega l’esistenza e la dimensione del problema della prostituzione di strada nella nostra città. Il senso del mio intervento di ieri era rivolto a rimarcare come le azioni di contrasto messe in campo dall’Amministrazione siano, in questo momento e alle condizioni date, lo sforzo maggiore possibile – prosegue il primo cittadino, che rincara la dose: “Da un consigliere comunale di lungo corso, ex onorevole ed ex vicesindaco, mi sarei aspettato non della cartoline o fotografie, ma indicazioni più puntuali su quello che potrebbe essere fatto concretamente. Mi porti degli esempi virtuosi. L’on. Foti non ha risposto alla mia sollecitazione: mi dica se esiste in Italia una città di medie dimensioni come la nostra dove la prostituzione è assente o neutralizzata”. Infine – conclude Dosi – trovo gravissimo che l’on. Foti abbia accusato l’Amministrazione di favoreggiamento, che, fino a prova contraria, è un reato e come tale, dovrebbe essere perseguito per legge. Se l’on. Foti ritiene davvero che reato ci sia stato, si rivolga alla magistratura. E dopo ne riparleremo”.

Conferenza stampa Dosi (9)-800

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE