Piacenza

Abbonamenti bus, dalla Provincia fondi per evitare i rincari

17 settembre 2014

Nuovi-bus-Seta

Duecentosettantottomila euro sono stati investiti dalla Provincia di Piacenza nel trasporto pubblico per abbattere gli aumenti tariffari degli abbonamenti annuali e mensili di studenti e lavoratori sulle corse extraurbane.

La giunta provinciale presieduta da Massimo Trespidi ha confermato per il 2014, come già fatto a partire dal 2011, il contributo per mantenere invariati i prezzi degli abbonamenti. Oltre a confermare, incrementandolo del 15% rispetto allo scorso anno, lo stanziamento per coprire i rincari sulle tessere annuali (175mila euro), la Provincia ha stanziato ulteriori risorse, 103mila euro, che serviranno a coprire gli adeguamenti alle tariffe obiettivo, stabilite con delibera regionale, anche per gli abbonamenti mensili.

Una scelta compiuta dalla giunta provinciale, che ha espresso parere non favorevole all’adeguamento delle tariffe ai valori obiettivo 2013 proposto da Seta motivandolo in ragione dei disservizi nella gestione del trasporto pubblico locale più volte discussi in Consiglio Provinciale, per evitare che i rincari vadano a gravare su famiglie e fasce deboli, favorendo nel contempo l’utilizzo degli abbonamenti: i fondi stanziati consentono così agli utenti di acquistare le tessere alle stesse condizioni economiche in vigore in precedenza abbattendo gli aumenti. Ad esempio un abbonamento annuale in zona 1 continuerà a costare 219 euro contro i 235 euro previsti da Seta senza lo stanziamento della Provincia.

“Un ulteriore importante sforzo economico a favore del trasporto extraurbano messo in campo dalla Provincia di Piacenza, – commenta il presidente Trespidi – che intende aiutare con 280mila euro anche per il corrente anno scolastico, fino a giugno 2015, famiglie, studenti e lavoratori in un momento difficile di crisi economica. Una decisione, quindi, da parte dell’amministrazione provinciale, che ha un forte rilievo di carattere sociale”.

La riunione di giunta

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE