“Il 113 è un bel numero”: i bambini festeggiano i 163 anni della polizia

22 Maggio 2015

polizia

“Esserci sempre”, questo il motto scelto dalla Polizia di Stato per il 163° anniversario della fondazione. La cerimonia si è svolta stamattina, alla presenza delle massime autorità, nella sede della Scuola Allievi Agenti di viale Malta a Piacenza.

A fare gli onori di casa Maria Elisa Mei, vicequestore vicario di Piacenza: “Il nostro impegno sul territorio è costante e sempre al servizio dei cittadini. Abbiamo incentivato i controlli anche grazie alla collaborazione del reparto di prevenzione crimine di Reggio Emilia” ha ricordato il vicequestore.

Gli alunni della scuola elementare Don Minzoni, che durante l’anno scolastico hanno partecipato agli incontri sulla legalità organizzati dalla Questura, hanno letto alcune poesie dedicate alla polizia e al Capo di Gabinetto Stefano Vernelli.

I dati sulla sicurezza parlano chiaro: sono aumentate le telefonate al 113, sono diminuite le truffe agli anziani grazie a un’intensa campagna di informazione mentre i furti rappresentano ancora una piaga da sconfiggere.

Nel corso della cerimonia sono stati premiati gli agenti che si sono particolarmente distinti nel loro lavoro. L’assistente capo Raffaele Russo ha ricevuto la Lode per aver salvato, nel novembre del 2012, una donna che stava compiendo un gesto disperato. Lode anche per l’assistente capo Maria Cristina Sala, l’assistente Stefano Pezza, l’agente scelto Francesco Stasi e l’agente Ivan Ippolito per aver arrestato, in flagranza di reato, due minori responsabili di un furto aggravato.

Nel frattempo, a Roma, una rappresentanza di allievi della Scuola di Polizia di Piacenza ha accompagnato il Capo della Polizia Alessandro Pansa al Quirinale, per essere ricevuto dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione dei festeggiamenti per il 163esimo anniversario di fondazione.

I premiati

“Esserci Sempre”, la brochure

© Copyright 2021 Editoriale Libertà