Piacenza

Erion tradito da una telefonata in cui parlava anche di Hitler

21 agosto 2015

sejdiraj

Saranno lunghi i tempi per l’estradizione di Erion Sejdirai, detto Cico che per il momento si trova rinchiuso nel carcere di Ypres in Belgio. Intanto emergono nuovi particolari sulla cattura del 37enne albanese condannato all’ergastolo per aver rapito, seviziato e ucciso la lucciola ecuadoriana Betty Ramirez nel 1999 a Piacenza. A tradirlo sarebbe stata una telefonata a un parente che lui aveva fatto dal Belgio all’Italia e nel quale ha parlato di Hitler. In quel momento i parenti erano sotto intercettazione da parte dei carabinieri della squadra catturandi del nucleo investigativo. Nella chiamata Erion avrebbe detto ai parenti che si trovava in un paese, dove Hitler aveva soggiornato qualche tempo per preparare l’invasione in Francia. Da questo vago dettaglio la squadra Catturandi dei carabinieri, compiendo anche ricerche storiche, è riuscita a capire che il paese dove Hitler aveva soggiornato ai tempi dell’invasine della Francia era Geluwe in Belgio, dove è in effetti risultato abitare Erion Sejdiraj.
Ieri l’avvocato Antonio Rossi, penalista piacentino che si è occupato di numerosi casi riguardanti la criminalità albanese, ci ha spiegato che non dovrebbero esserci difficoltà per l’estradizione di Erion nel nostro Paese: “Il Belgio come l’Italia sono infatti paesi comunitari e di conseguenza non dovrebbero sorgere problemi per portare Erion Sejdirai in Italia, anche se questa persona nel frattempo ha ottenuto cittadinanza belga. Ci vorranno però dei mesi”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE