Parco della Pace, gara per riaprire il chiosco e rianimare l’area

03 Marzo 2016

parcodellapace2

Il Comune di Piacenza prova a rilanciare il Parco della Pace di via Raffalda partendo dal chioschetto interno: presto sarà pubblicato il bando di gara per la sua gestione di tre anni, rinnovabili per altri tre. Apertura prevista da metà aprile fino ad ottobre almeno nelle ore strategiche della giornata, canone mensile ribassato a 300 euro, salvo offerte migliorative, che potranno prevedere anche un allungamento dei mesi di attività.

La sfida è impegnativa, perché il chiosco ha sempre avuto una vita molto tribolata, al pari di tutta la struttura da 15mila metri quadri: il primo gestore non riusciva a sostenere canone e costi, quindi aveva abbandonato pochi mesi dopo il taglio del nastro, lasciando l’area non solo senza un punto di ristoro, ma anche senza gli unici servizi igienici. Da allora, era la fine del 2012, nessuno lo ha più riattivato, salvo una breve parentesi nella scorsa estate, quando gli anziani socialmente utili si occupavano di aprire e chiudere le porte e il servizio di ristoro era affidato alle macchinette per le bevande.

Dalla primavera prossima ci sarà invece un vero e proprio bar, con il nuovo gestore che potrà anche organizzare appuntamenti e iniziative che possano rianimare il parco.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà