Piacenza

Sequestro record di droga alla Besurica, padre e figlio in carcere

24 settembre 2016

20160924_104545_resized (6)-1000

Maxi sequestro di droga da parte dei carabinieri di Piacenza, che hanno trovato, in una cantina di un palazzo della Besurica, un ingente quantitativo di hashish: circa venti chili, confezionati in 2mila ovuli suddivisi in 20 sacchetti, che sul mercato degli stupefacenti avrebbero potuto fruttare fino a 200mila euro.

Due le persone finite in carcere con l’accusa di detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio. Si tratta di padre e figlio di origini tunisine: 61 anni il primo, residente a Milano e domiciliato a Piacenza, pluripregiudicato per reati inerenti a detenzione, spaccio e traffico internazionale di sostanze stupefacenti, e 19 il secondo, residente a Piacenza e incensurato.

Il 61enne aveva  finito di scontare una condanna a 7 anni per spaccio internazionale di stupefacenti ed era impiegato presso un ufficio della Procura di Milano.

“La scoperta è avvenuta grazie alla massima attenzione che stiamo ponendo al fenomeno dello spaccio” – ha dichiarato il comandante provinciale dell’Arma Corrado Scattaretico.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Foto Gallery Piacenza Video Gallery

NOTIZIE CORRELATE