Intervista esclusiva

Civardi dal carcere scrive a Libertà: “Mi vergogno di ciò che abbiamo fatto”

15 febbraio 2017

Il quotidiano Libertà in edicola propone un’intervista esclusiva a Gianluca Civardi, il 33enne di Fiorenzuola condannato all’ergastolo (al pari dell’amico piacentino Paolo Grassi) per aver ucciso e fatto a pezzi il cadavere del professor Adriano Manesco, nascondendo poi i resti del corpo in alcuni trolley abbandonati in un cassonetto a Lodi. Il delitto avvenne il 7 agosto 2014.
Civardi, rispondendo per iscritto dal carcere delle Novate alle domande del giornalista Marcello Pollastri, si dice “pentito” e confessa di vergognarsi “per ciò che abbiamo fatto”.

L’INTERVISTA INTEGRALE SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE