Indagano i carabinieri

Doppia truffa ai danni di anziani: rubati oro e contanti a Gragnano e Castelsangiovanni

5 settembre 2017

Truffatori scatenati e anziani ancora nel mirino di finti tecnici e falsi agenti delle forze dell’ordine. Due i casi verificatisi ieri, su cui stanno indagando i carabinieri.

Il primo si è verificato a Gragnano, attorno alle 11.00: una donna di 80 anni è stata contattata da due uomini che si sono qualificati rispettivamente come tecnico comunale e addetto alla raccolta rifiuti, sostenendo di dover verificare il bidone dell’umido e capire se anche la sua abitazione fosse stata oggetto di furti. La donna li ha fatti entrare, mostrando loro parte della sua abitazione.
Quando se ne sono andati, l’anziana ha però scoperto che dal garage le erano stati rubati alcuni oggetti in oro che aveva nascosto, per il valore di circa mille euro. Sul posto i carabinieri di San Nicolò.

Poche ore dopo, attorno alle 13.00, altri due malviventi in azione a Castelsangiovanni, in un condominio di via Oberdan: una coppia di pensionati 80enni ha aperto la porta a un giovane che si è presentato come dipendente del servizio idrico, il quale sosteneva di dover effettuare alcuni controlli. Poco dopo si è presentato un altro uomo, più anziano dicendo di essere un appartenente alle forze dell’ordine e che doveva restituire ai padroni di casa alcuni oggetti che forse erano stati rubati da alcuni ladri appena arrestati. Con la scusa di dover verificare se tutto fosse a posto, si sono fatti mostrare tutto l’oro. Gli anziani hanno così aperto la cassaforte, da dove i truffatori sono riusciti a portare via con destrezza oggetti preziosi e 400 euro in contanti. Indagano i carabinieri di Castelsangiovanni.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE