Salute

Oncologia promossa dall’Europa: certificazione confermata

10 settembre 2017

Oncologia di Piacenza promossa dall’Europa. Riconfermata fino al 2020 al reparto piacentino la certificazione Esmo. In Italia sono 60 i centri riconosciuti. La consegna oggi, 10 settembre, a Madrid, in occasione di un convegno mondiale. Il Dipartimento, guidato dal professore Luigi Cavanna, viene considerato “Centro di eccellenza per la continuità assistenziale”. Ed è la quarta volta in dieci anni. Lo certifica il nuovo accreditamento della società europea di oncologia medica. Un accreditamento non è per sempre. Ha infatti la durata di tre anni: dopo di che ripartono gli esami e le valutazioni.
Occorre presentare una domanda e rispondere a tutti i requisiti richiesti. Dal report sull’attività svolta, alla quantità di visite effettuate, al numero dei ricoveri. Occorre relazionare sulla complessità delle situazioni cliniche da affrontare, sulla disponibilità di tecnologia e di personale. E’ previsto anche l’aggiornamento svolto in Italia e all’estero. Grande importanza ai fini della valutazione sull’accreditamento è attribuita alle ricerche scientifiche pubblicate sulle riviste internazionali.
“Naturalmente – sottolinea il primario Luigi Cavanna – essere accreditati rappresenta un grande traguardo”.
Per comprendere meglio l’importanza di Esmo basti dire che elabora e rende disponibili protocolli e linee-guida, di prevenzione, diagnosi precoce, cure mediche, chirurgiche, radianti e follow-up a cui fa riferimento tutta la comunità scientifica nella pratica clinica quotidiana.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE