Allarme inquinamento

Smog oltre i limiti per sette giorni consecutivi, scatta l’emergenza: domani stop anche ai diesel Euro 4

16 ottobre 2017

Sette giorni su sette. L’inquinamento dell’aria in città non ha fatto sconti, con la scorsa settimana che è stata caratterizzata da sforamenti quotidiani del limite delle Pm10: da lunedì a domenica, sono stati costantemente superati i 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili, secondo i rilevamenti della centralina Arpae sullo Stradone Farnese. Il totale di giorni fuori legge da inizio anno è così arrivato a 47 ed è purtroppo destinato ad aumentare, a causa del clima (l’alta pressione porta il bel tempo ma tiene lo smog schiacciato a quote basse) e dell’imminente accensione dei riscaldamenti domestici.

Secondo il protocollo regionale per la qualità dell’aria, domani scatteranno a Piacenza le misure emergenziali previste in caso di quattro sforamenti consecutivi: divieto di circolazione esteso anche ai veicoli diesel Euro 4, tenendo conto che normalmente, nella cerchia cittadina dal lunedì al venerdì (dalle 8.30 alle 18.30) non possono circolare i veicoli benzina Pre Euro e Euro 1, i diesel Pre Euro, Euro 1, Euro 2 e Euro 3, nonché i ciclomotori e motocicli Pre Euro.

Sul tema interviene Legambiente Piacenza: “E’ necessario un ripensamento collettivo ed una nuova visione della città se vogliamo salvaguardare il benessere dei cittadini ponendo la tutela del territorio e dell’ambiente e quindi di una migliore qualità della vita al centro di ogni azione”.

I PROVVEDIMENTI DI EMERGENZA
COSA PREVEDE IL PROTOCOLLO PER LA QUALITÀ DELL’ARIA A PIACENZA
IL COMUNICATO DI LEGAMBIENTE PIACENZA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE