Attività sospesa per 20 e 30 giorni

“Servirono alcol a minorenni”: carabinieri e polizia chiudono temporaneamente Avila e King

24 aprile 2018


Due note discoteche della nostra provincia sono state temporaneamente chiuse da polizia e carabinieri, su provvedimento del questore di Piacenza Pietro Ostuni. Si tratta del King di Castelsangiovanni e dell’Avila di Rivalta. La motivazione è identica: “Hanno servito alcol a minorenni dai 14 ai 17 anni”. I titolari dei locali sono stati denunciati.

Nel dicembre 2017, tre minori di 14, 15 e 17 anni furono trasportati in pronto soccorso a Castelsangiovanni per intossicazione acuta da alcol. I ragazzi dissero di aver partecipato a una festa alla discoteca King. Il titolare è’ stato denunciato per somministrazione di bevande alcolici a minori. L’attività è stata sospesa per 30 giorni. I sigilli sono stati apposti da polizia e carabinieri.

Tre i controlli effettuati dalle forze dell’ordine all’Avila di Rivalta tra dicembre e febbraio. In tutte le serate i carabinieri avrebbero riscontrato la presenza di alcuni minori ubriachi, in un’occasione si trattava di un 14enne. Anche in questo caso è stato denunciato il titolare per somministrazione di alcolici a minori. Il questore ha deciso di chiudere la discoteca per 20 giorni da oggi.

Le operazioni sono state effettuate in sinergia tra carabinieri e polizia. I militari si sono occupati dei controlli e delle indagini, il questore dopo l’istruttoria ha emesso i provvedimenti in base all’articolo 100 del Tulps.

In merito alla temporanea chiusura del King si è espresso l’avvocato Mario Maini: “Dopo una prima lettura del provvedimento riteniamo non ci siano responsabilità da parte del gestore e proporremo l’impugnazione davanti al Tar”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE