Mortalità infantile, decessi per tumori e per incidenti stradali: Piacenza sopra la media nazionale

20 Giugno 2018

Ci sono tre dati che devono far riflettere, forse preoccupare i piacentini. Arrivano dall’Istat, sono stati elaborati dal quotidiano economico Il Sole-24 Ore e dicono come la nostra provincia sia sopra la media nazionale per morti da incidenti stradali, decessi da tumori e mortalità infantile.

MORTALITÀ INFANTILE – A livello nazionale il numero di decessi ogni mille bambini nati vivi è in costante calo: secondo lo studio, si è passati dai 3,8 casi del 2004 ai 2,8 del 2014, il dato più recente a disposizione. A Piacenza il tasso è di 3 bambini morti ogni mille nati vivi, che ci pone dunque sopra la media nazionale e tra i peggiori in regione, superati solo da Modena, Reggio Emilia e Parma.

MORTI PER TUMORI – Si riferisce al 2014 anche la statistica per le morti da tumore nelle province italiane. La media nazionale, secondo l’analisi del Sole-24 Ore, è di 9 decessi ogni 10mila abitanti tra i 20 ed i 64 anni. A Piacenza sono stati 9,2, il dato peggiore dell’Emilia Romagna a braccetto con Ravenna.

MORTALITÀ PER INCIDENTI STRADALI – Fa riferimento al 2016, invece, il tasso di mortalità per incidenti stradali: a livello nazionale è di 0,7 morti tra i 15 e i 34 anni ogni 10mila residenti, quello piacentino è quasi il doppio, ossia 1,3 decessi.

MORTALITÀ PER DEMENZA SENILE – Unico dato che può parzialmente consolare è quello legato ai decessi legati a demenza senile o altre patologie del sistema nervoso tra gli over 65. La media nazionale è di 27,9 morti ogni 10mila residenti, quella di Piacenza è di 22,7 decessi.

LEGGI TUTTO IL REPORT

© Copyright 2021 Editoriale Libertà