Nigeriano in manette mentre prova a vendere droga a uno studente. Diciotto arresti in 8 mesi

14 Luglio 2018

E’ stato notato intorno alle 16 di giovedì scorso da una volante della polizia mentre tentava, con insistenza, di avvicinare uno studente nello spiazzo della nuova stazione degli autobus di Piacenza e per questo è stato subito controllato dagli agenti. Si tratta di un nigeriano di 29 anni che, in prossimità di via dei Pisoni, ha provato ad intrattenere uno scambio di droga con il giovane, indicando più volte il proprio zainetto. Lo studente, a sua volta, ha rifiutato qualsiasi tipo di contatto con l’africano che, una volta perquisito, si è rivelato in possesso di 20 grammi di marijuana, suddivisi in nove dosi contenute in un calzino. Il 29enne, residente in Emilia Romagna, è stato quindi arrestato e processato per direttissima.

Si tratta in realtà dell’ultimo arresto in ordine di tempo, operato dagli uomini delle volanti appartenenti al secondo turno (guidati dal sovrintendente capo delle polizia di Stato Pierpaolo Moro), in un arco temporale di otto mesi. Un’attività di prevenzione e contrasto al micro spaccio di sostanze stupefacenti in città che ha portato all’arresto di 18 individui. Si tratta di due cittadini italiani, tre albanesi, tre marocchini e dieci centrafricani (provenienti da Mali, Nigeria, Senegal e Ghana). L’intensa attività delle volanti ha permesso di sequestrare circa 250 dosi tra cocaina, marijuana e hashish, droga che sul mercato avrebbe fruttato qualcosa come 10mila euro. Si attesta invece tra i 2mila e i 3mila euro il totale di denaro, provento di spaccio, sequestrato agli spacciatori. Un massiccio quantitativo di stupefacente che avrebbe interessato decine di assuntori, tra i quali figurerebbero anche diversi minori.

Un’attività che ha riguardato diverse zone della città: partendo da quella della stazione ferroviaria, come i Giardini Margherita, via Roma, Giardini Merluzzo, via Pozzo, via Torricella, via Alberoni e via dei Pisoni, gli agenti hanno constatato che le piazze di spaccio interessano anche via Colombo, giungendo addirittura in prossimità di viale Dante. “Un lavoro lungo e molto intenso – ha assicurato il capo di Gabinetto Filippo Sordi Arcelli Fontana – nato su disposizione del questore di Piacenza dopo le numerose richieste dei residenti, preoccupati per l’attività di spaccio che avviene in città”.

GUARDA IL VIDEO

© Copyright 2022 Editoriale Libertà