Collegate al cellulare

Truccavano le slot per sapere le possibilità di vincita: tre arresti

26 luglio 2018

Truccavano le slot e i videopoker a cui stavano giocando, collegando la macchinetta al cellulare con un cavo esterno per conoscere le possibilità di vincere. Un meccanismo complesso e nuovo, che però è stato scoperto dal titolare del bar. Un piacentino e due nordafricani sono così stati arrestati dalla polizia. Si tratta del primo caso in Emilia Romagna per questa fattispecie di reato.
La polizia è stata chiamata ieri pomeriggio ad intervenire in un pubblico esercizio di Piacenza. Il titolare si era accorto, tramite le telecamere di sorveglianza, della presenza di tre persone che giocavano alle slot utilizzando alcuni strumenti illeciti. In pratica, avevano staccato il cavo della trasmissione dati, collegando le macchine a un cellulare, grazie al quale, tramite un software, verificavano le percentuali di vincita. I tre decidevano in base ai dati su quale slot puntare e quanto.

Tre gli arrestati: un piacentino e due nordafricani tra i 25 e 40 anni, con precedenti per reati contro il patrimonio e contro la persona. Il capo di accusa è falsificazione, alterazione o soppressione del contenuto di comunicazioni informatiche o telematiche; intercettazione, impedimento o interruzione illecita di comunicazioni informatiche o telematiche; frode informatica aggravata a danno dello Stato.

Inoltre fermo amministrativo fiscale alla macchina di uno dei nordafricani dopo la perquisizione in cui sono stati trovati altri cavi per trasmettere dati.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE