Immigrazione

Piacenza capitale regionale con il 14,4%. A Castel San Giovanni uno su 5 è straniero

19 ottobre 2018

Piacenza si conferma essere la provincia della Regione Emilia-Romagna con il maggior numero di stranieri residenti. Su 287mila oltre 41mila provengono dall’estero, pari a una incidenza del 14,4%. Seguono, nella graduatoria regionale, Parma con il 13,8% e Modena al 13,0%. Ultima Ferrara, ferma a 9,1%.
Il Piacentino spicca anche per un altro primato: il Comune a maggior tasso di cittadini stranieri. E’ Castel San Giovanni, con un 21,6% ben oltre la media nazionale attestata sul 12%. Una classifica nella quale nelle prime 13 posizioni ci sono 5 comuni piacentini, compresa la città capoluogo.

A rendere noti i dati è il rapporto dell’Osservatorio sul fenomeno migratorio della Regione, nel quale si nota che le donne rappresentano oltre la metà dei cittadini stranieri (53,1%), e che la componente femminile prevalente è quella romena e di altre aree dell’Europa centro-orientale come Ucraina, Moldavia, Polonia, Russia, mentre la maggior presenza maschile si registra tra i marocchini e gli albanesi.

Stando al Rapporto, gli stranieri residenti in Emilia-Romagna sono leggermente aumentati rispetto all’anno precedente: 7 mila cittadini in più (+1,4%), prevalentemente provenienti da Paesi comunitari.

In testa ci sono i romeni (17%), seguiti dagli albanesi (10,7%) e dai marocchini (8,7%); significativa anche la presenza di ucraini (6,1%), cinesi (5,5%) e moldavi (5,3%). Quasi un quinto (114.000) dei residenti stranieri sono minori, perlopiù nati in Italia.

Diminuiscono invece del 25% i “nuovi” cittadini italiani: le acquisizioni di cittadinanza italiana, infatti,sono state circa 6.500 in meno.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE